Biciclette, normali, con pedalata assistita, elettriche, monopattini, sono sicuramente i mezzi più in voga del momento. Le persone, soprattutto nelle grandi città, stanno iniziando a percepire la bellezza di una vita in cui il traffico non è più un problema. Complice il bonus bici, incentivo del governo per l’acquisto di un mezzo sostenibile su due ruote, oggi la scelta degli spostamenti ecologici sta spopolando.

Il programma Climate Neutral Now

Nel 2015 è stato sancito l’Accordo di Parigi, in cui l’UE si trova in prima linea. L’impegno dei paesi firmatari, verte verso il mantenimento dell’aumento medio della temperatura globale al di sotto dei 2°C. L’Italia ha ratificato l’accordo con la legge n. 204/2016.

Per incoraggiare la società a contribuire alla realizzazione degli obiettivi posti dall’Accordo di Parigi, le Nazioni Unite hanno creato il programma Climate Neutral Now. Al programma possono aderire tutte le aziende che decidano di convertirsi in carbon neutral, raggiungere, cioè, l’impatto zero del carbonio. Questo si ha diminuendo le emissioni di anidride carbonica e compensando le emissioni residue non riducibili.

Gli incentivi per gli spostamenti sostenibili

Il quadro generale del programma per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, comprende l’impegno a cercare di rendere più sostenibili gli spostamenti. Sono stati, infatti, stanziati fondi per incentivare l’acquisto di mezzi ecologici (biciclette, monopattini, veicoli a propulsione elettrica) e di abbonamenti al trasporto pubblico locale. Due sono i bonus attualmente disponibili: il bonus bici e il bonus mobilità.

Le aziende di biciclette più sostenibili

Se si vuole essere certi di fare una scelta completamente sostenibile, bisogna porre attenzione, non solo al mezzo acquistato, ma anche a chi lo produce. Esistono, infatti, aziende che hanno maggiore riguardo rispetto ai temi di salvaguardia dell’ambiente e utilizzano processi produttivi a basso impatto. Qui potete trovare un elenco delle aziende produttrici di biciclette ritenute più sostenibili:

Le 4 aziende ciclistiche più attente alla sostenibilità

Avere basso impatto significa adoperare prettamente materie prime riciclate o provenienti da fonti sostenibili e ridurre le emissioni e la produzione di rifiuti. Entrare, sostanzialmente in quello che viene chiamato il processo di economia circolare.

La Ellen MacArthur Foundation, fondazione che aiuta le aziende ad accelerare il passaggio a un’economia di tipo circolare, ci fornisce questa definizione:

«economia circolare è un termine generico per definire un’economia pensata per potersi rigenerare da sola. In un’economia circolare i flussi di materiali sono di due tipi: quelli biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici, destinati ad essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera»

La rivalorizzazione dei materiali comprende:

  • Condivisione
  • Prestito
  • Riutilizzo
  • Riparazione
Percorsi italiani

La conseguenza dell’aumento di interesse verso i mezzi ecologici, come la bicicletta, è la tendenza a scegliere la soluzione delle vacanze sostenibili. La bicicletta, non solo consente di percorrere lunghe distanze senza inquinare, ma anche, al contempo, di fare attività fisica e divertirsi.

L’impennata della domanda di questo tipo di turismo, sta impegnando comuni e regioni nello sviluppo della rete ciclabile. Questo, non solo aiuta il turismo ecologico, ma valorizza i vari territori del paese.

Ecco un opuscolo da consultare, contenente 20 percorsi tutti italiani:

Bicitalia. 20 ciclovie per 20 regioni

Alcune informazioni per chi decide di intraprendere un viaggio in sostenibilità:

Italia in bici: percorsi e informazioni